La planimetria

La planimetria deve rappresentare con assoluta rispondenza quel che stiamo comprando e/o vendendo; deve quindi essere confrontata con lo stato di fatto dell’immobile perché nel corso degli anni possono essere state effettuate delle modifiche all’interno dell’immobile stesso, (abbattuta una parete, aperta una porta, creata una stanza o un ripostiglio, allargata una cucina o un bagno, ecc.).
Per tutte queste modifiche (anche apparentemente banali e per le quali molto spesso non si pensa occorrano permessi particolari) è invece necessario rivolgersi ad un tecnico di settore affinché regolarizzi la situazione.
Bisogna inoltre verificare che le modifiche apportate all’immobile non abbiano bisogno di condono oppure produrre la documentazione attestante il pagamento del condono stesso.